giovedì 14 novembre 2013

Sigaro Toscano e... Birra non birra XYAUYU' Birra da Divano Riserva Teo Musso "Baladin" - 2/5


Si sa, tutto fa moda. Proprio oggi i media descrivevano di come in Italia, patria del vino, ormai – fra le cose IN – ci sia la birra, a patto che sia rigorosamente “artigianale”, non filtrata e senza conservanti...
L'affermazione che seguirà, lo premetto, non tutti la condivideranno, ma a leggere quanto si trova in giro sul web e sulle riviste di settore, il merito (diffusione di prodotti da micro-birrificio di qualità) o se preferite,  la causa (diventando moda, come in tutti i settori ci sono anche quelli che ne approfittano seguendo la corrente) viene fatto risalire a Teo Musso e alla sua “Baladin”, considerato il precursore ed innovatore nel campo della produzione e diffusione della cosiddetta birra... “artigianale”; se negli ultimi anni avete potuto provare delle ottime birre di qualità, ringraziate Teo, che ha aperto la strada a molti. Attenzione però alle parole – per quanto ancora risulta – la legge non permette di definirle tali, poiché non esiste legalmente, una distinzione con quelle “industriali”, tanto che è vietato pubblicizzarle come tali e scrivere la parola “artigianale” sull'etichetta. Scommetto che nessuno è meravigliato.
Premesso questo, non parlerò della “Baladin” in generale, ma di una linea particolare che ho potuto far apprezzare all'appena trascorsa edizione della Fiera del gusto GOOD 2013, ovvero la Birra da Divano XYAUYU', nelle sue versioni Oro, Barrel e Fumé.


Vado a spiegare adesso il perché del titolo...Birra non birra.
Come stimolereste ed incuriosireste coloro che non conoscono il prodotto, proponendo una degustazione di Sigaro Toscano in abbinamento con esso, se alla parola birra le espressioni – estremamente palesi - delle persone fossero sostanzialmente due?:
  • reazione 1: “Birra?  Nella terra del vino? Coi sigari?” segue faccia perplessa...
  • reazione 2: “Birra? Ah si, un bel boccale di birra fresca gelata e con tanta schiuma è quanto desideravo adesso” segue faccia sognante...

Ed ecco l'idea...Birra non birra, e spiegare che birra da divano significa proprio questo: una birra non gassata (ORRORE), ad alta fermentazione, ossidata (EH?), da non servire gelata (12-14 gradi la temperatura di servizio) e da gustare in modica quantità, vista la gradazione alcolica di 14% Vol.
D'altra parte nell'antichità la birra non era gassata, e spesso veniva servita calda, dopo l'immersione – all'interno del contenitore – di un ferro rovente. Ovviamente non sto dicendo che così debba essere servita, ma che l'idea della birra fresca, molto gassata e con la schiuma è una invenzione relativamente recente. Scanso equivoci, io amo entrambe le tipologie; quella moderna e quella “stile antico” come la birra da divano, non gassata e ossidata certo, ma in realtà molto moderna, curata in tutto il suo percorso produttivo.
Una bottiglia da 50cl di birra che, come disse lo stesso Teo, puoi aprire oggi, degustarne un calice, da solo o in compagnia, magari dopo un buon pasto e...assieme ad un buon sigaro, richiuderla e riaprirla fra una settimana, un mese...un anno, e sarà sempre perfetta. 


L'abbinamento con le tre XYAUYU' ha visto Toscano Modigliani, Mascagni e Soldati, ma devo dire che non nascondo un certo ottimismo nel ritenere che possano dare grandi soddisfazioni anche con altre tipologie di Toscano e perché no, Cubano.
Come per il Vermouth precedentemente recensito, la XYAUYU' è stata oggetto di interesse, sia nell'osservazione dell'etichetta che nel farsi regalare una bottiglia vuota, ma soprattutto nel chiedere “sbadatamente” e con gentilezza, di provarne ancora...che la prima volta non avevano compreso a pieno tutte le sfumature del gusto. Il paravento su cui erano affissi i poster Baladin  hanno fatto da sfondo a parecchie foto, oltre ad aver arredato con allegria e aggiunto una piacevole atmosfera retrò.
Insomma, non è una birra da bere in grosse quantità e sicuramente è un lusso che ci si può concedere spesso, poiché malgrado il costo, la si può degustare più volte con la stessa filosofia che ci avvicina a degustare ed abbinare i nostri sigari preferiti ai migliori rum, madeira, ramandolo o picolit...etc.
Poi, se volete divertirvi, fate – come ho fatto io – un piccolo scherzo a chi deciderete di far provare la vostra birra da divano XYAUYU'; servitegliene pochi centilitri in un bel bicchiere, senza ovviamente far vedere la bottiglia né accennando alcunché...e chiedete : cos'è?
Capirete il perché della definizione di Birra non birra.






Il Fummelier  c

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono soggetti a moderazione antispam. Saranno quindi pubblicati dopo verifica. Grazie